martedì 17 gennaio 2017

Review - Rise & Shine (Steam)

Rise & Shine è un gioco che ci riporta indietro agli anni Novanta e che strizza l'occhio alla celebre serie Metal Slug. Ma attenzione c'è molto di più e forse qualcosina in meno. Scopriamolo insieme in questa recensione. A prima vista, lo stile visivo affascinante e i simpatici personaggi ricordano infatti quel gioco che spopolava ai tempi in sala giochi e successivamente su vari dispositivi console fino ai sistemi di gioco più recenti. Con quei colori vivaci e lo stile artistico unico nel suo genere Metal Slug era un must. Se avete appena sfogliato le immagini di quell'epoca, potreste aver pensato di avere a che fare con un gioco semplice che si tiene in mano senza particolari sussulti attraverso tutti i livelli. Ma non fatevi ingannare dalle prime impressioni. Rise & Shine è uno sparatutto arcade prodotto da Super Mega Team e Adult Swim Games che è tutt'altro che facile. In questo gioco si prende il ruolo di Rise, un ragazzo con grandi occhi e capelli folti nascosti nel suo cappuccio arancione. La premessa è divertente. L'avventura si svolge nel mondo di Gamearth, che un tempo era traboccante di personaggi a 16 bit e riferimenti a giochi di vecchia scuola. Ma questo lo era prima che fosse invaso dalla minaccia futuristica Nextgen. Se volete prendere un po' sotto tono il gioco allora la trama è probabilmente l'aspetto meno convincente. La storia ruota intorno a voi - letteralmente, la persona non il gioco - in quanto si prende il controllo divino di Shine, la pistola sacra. Un aspetto interessante è che Shine è non solo un'arma estremamente potente, ma un'entità che può pure parlare. Questo significa che Shine agisce come guida durante il gioco, dando suggerimenti, come si procede e come si imparano nuove abilità.
Come abbiamo già detto, Rise & Shine è un gioco che vuole sfidare le aspettative. Quello che inizia come un viaggio apparentemente innocuo pieno di battute e risate, rapidamente lancia un interruttore che assume un tono più serio, che ritorna sulle sue basi comiche solo verso la fine. Ci si sente come se non cogliessimo appieno il peso delle implicazioni della storia per i suoi personaggi e contemporaneamente lo stesso umorismo a volte pesante. Questo non vuol dire che esso non funziona per la maggior parte, perché lo fa, e mi sono ritrovato certamente a sorridere a tutte le varie trovate e ai riferimenti che ho notato nel corso dell'avventura. Tuttavia, a volte si sente come un'occasione mancata. Avrebbe potuto essere molto meglio. Per fortuna, la realizzazione un po' fiacca della storia non toglie al mondo la sua bellezza grafica. Ogni sfondo è splendido con dettagli dipinti a mano e dispone di diversi strati di movimento di parallasse e di dettaglio. Ci si sente come un artista moderno ha illustrato una re-interpretazione di quei giochi degli anni novanta. E' quasi come esplorare i mondi all'interno di una console dell'epoca. Rise & Shine si gioca come si farebbe in qualsiasi altra avventura a scorrimento laterale, ma ci sono elementi di sparatutto, platform e anche alcuni enigmi da risolvere occasionali. Si tratta di un vero e proprio cocktail di stili di gioco, che fa un ottimo lavoro nel mantenere l'azione fresca e coinvolgente. A differenza della trama, le varie parti di gioco funzionano bene nel creare un pacchetto globale che non risulta mai noioso. Per la corsa di base e le fasi di sparatutto, la pistola funziona bene. Si mira utilizzando la levetta analogica destra se giocate con un controller Xbox, ma è difficile essere precisi su lunghe distanze. Che di solito non è un problema. Durante l'avventura si acquisiscono nuovi tipi di proiettili. Negli scontri a fuoco su piccola scala, ci si può nascondere dietro una copertura all'altezza della vita, in attesa di avere la possibilità di saltare fuori e infliggere danni al nemico di turno.
CONCLUSIONE
Rise & Shine è un gioco interessante, forse è un prodotto che crea troppe aspettative nel giocatore ma in fin dei conti riesce a divertire e intrattenere anche e nonostante la brevità. Peccato perché avrebbe potuto essere un capolavoro. L'azione è concitata ma gratificante, il gameplay è molto vario, e la difficoltà è soddisfacente, anche se un po' frustrante in alcune parti. I fan della vecchia scuola degli sparatutto arcade troveranno molte cose da amare in Rise & Shine.

venerdì 13 gennaio 2017

Review - Kopanito Soccer (Steam)

Kopanito Soccer è un gioco di calcio davvero unico e originale. In uno scenario dominato dai multimilionari FIFA e  PES, l'arrivo di un altro esponente nel genere potrebbe far sorridere, e in effetti chi ci ha provato è sempre rimasto bruciato dopo pochi giorni. Kopanito non vuole sfidare le simulazione calcistiche ma proporre un modo diverso più divertente di affrontare una partita di calcio. Lo fa senza grandi difficoltà. Le squadre a nostra disposizione sono pressoché identiche non vi sono infatti differenze in termini di caratteristiche come avviene in altri giochi dove alcune sono più forti di altre. Non c'è il Real Madrid per intenderci. Nel gioco non conta la forza della squadra ma la abilità del giocatore nel far girare la palla e tirare in porta con precisione. Certo da un punto di vista grafico, Kopanito può sembrare un gioco semplice ma in realtà dietro si nasconde una cura notevole. Anche dal punto di vista dei controlli è tutto molto studiato. Bisogna gestire correttamente i passaggi per arrivare nell’area di tiro e basta un piccolo errore per vanificare una azione di attacco. Non poteva mancare in un simile esponente calcistico il tiro speciale. Ogni giocatore infatti ha la possibilità, una volta che la nostra barra rossa si è caricata al massimo, di usare un super tiro.
Davvero un buon gioco. È possibile sviluppare diverse tattiche di gioco per andare a segno e eludere l'IA del computer. Vi sono delle animazioni molto divertenti e il gioco è piuttosto fluido e immediata la sensazione di controllo. A proposito, segnare è un piacere assoluto in questo gioco, come dovrebbe essere in ogni partita di calcio, soprattutto quando si riesce a dare la giusta quantità di effetto alla palla che batte il portiere avversario. Forse avrei voluto che i tiri da lontano fossero stati un po' più complessi, ma in fondo Kopanito è un gioco che non richiede una certa abilità e vuole dare la possibilità di giocare a calcio a chiunque. Il gioco è molto veloce a difficoltà più alta, la palla viaggia molto rapidamente e ciò necessita la massima attenzione per tenere il passo. Il gioco offre sicuramente un livello ampio di sfida per i giocatori e, come detto, l'IA inizierà a mostrare la sua abilità molto presto. I miei unici problemi sono: squadre su misura, una maggiore personalizzazione e una differenziazione dei giocatori. Inoltre vorrei che le folle sugli spalti fossero animate, piccoli dettagli che potrebbero aggiungere un tocco di eleganza e di spessore in più per un gioco che comunque mi ha decisamente convinto. Essere in grado di scegliere quale giocatore controllare in fase di non possesso sarebbe anche molto utile - ho giocato a livello locale con un amico nella stessa squadra e ho avuto un po' di confusione nella scelta dei colori di maglia. Nel complesso vi consiglio caldamente questo gioco, ero già soddisfatto di Kopanito dopo pochi minuti.
CONCLUSIONE
Kopanito Soccer è un ottima alternativa ai simulatori calcistici più blasonati. Per intenderci, Kopanito non vuole essere in competizione con Fifa e Pes, ma offrire un'esperienza di gioco più rilassante e divertente. Ciò non toglie che il livello di sfida sa anche essere molto elevato. In definitiva, si tratta di un gran bel gioco originale e immediato che consigliamo a tutti amanti e non di questo sport.

martedì 10 gennaio 2017

Preview - Destination Ares (Steam - Early Access)

Destinazione Ares è un titolo spaziale ancora in fase di early access davvero interessante e affascinante nella sua semplicità. Ricorda giochi come FTL e Out There. Si tratta infatti di un simulatore di gestione delle risorse breve ma inesorabile. Il giocatore si comporta come l'intelligenza artificiale per una navicella spaziale con il compito di mantenere la felicità e la salubrità dei suoi abitanti. Nel tentativo di sfuggire alla distruzione della terra, l'equipaggio futuristico della vostra astronave parte in direzione di Ares, l'eldorado, la terra promessa, il mondo prescelto per avviare una nuova colonizzazione. Il gameplay di Destination Ares è piuttosto semplicistico. La principale forma di gestione delle risorse è molto binaria, ad esempio occorre decidere se questa macchina dovrebbe essere accesa o spenta. Sembra semplice, ma imparare a gestire il gioco in maniera efficace è un compito molto più difficile. Mantenere un sistema attivo per troppo tempo può essere controproducente e si rischia di danneggiarlo, facendo ridurre la sua efficienza nel tempo e la sua durata. Tuttavia, i rischi di trasformare sistemi specifici fuori per troppo tempo hanno i loro problemi. Non solo, l'IA deve mantenere la rotta e la velocità corretta in modo da non essere bloccata in profondità dello spazio. Ognuna delle risorse ha la sua utilità ed è importante mantenere sufficiente abbondanza di esse per circostanze inaspettate che le richiedono.
Ciascuno dei sistemi e l'equipaggio della nave devono anche essere guardati con attenzione dopo. I sistemi hanno tutti una funzione e qualità specifica, con la qualità che tende a diminuire come il gioco progredisce. Come tale, è fondamentale garantire che questi sistemi siano mantenuti in ordine. L'equipaggio stesso ha anche qualità uniche e stati d'animo. Alcuni sono addestrati come ingegneri, piloti o psicologi, ciascuno di questi ruoli ha un bonus nello svolgimento delle loro offerte pertinenti. Per esempio un ingegnere è più probabile per riparare un sistema danneggiato, di qualsiasi altro. Gli stati d'animo dell'equipaggio possono anche cambiare nel corso del tempo, e cambiano a seconda di come si svolgono le diverse azioni. A rendere le cose più difficili, il gioco è pieno di una serie di eventi che compaiono regolarmente. Mentre alcuni di questi eventi possono essere utili, per esempio trovare un numero di parti per le riparazioni. Alcuni sono negativi, come un virus improvviso in esecuzione dilagante a bordo della nave. Tutti questi eventi sono dotati di una serie di opzioni che l'AI può scegliere. Ognuna di queste opzioni ha il suo effetto unico e difficoltà variabile. Opzioni più vantaggiose tendono ad avere livelli di difficoltà più elevati (facile, medio e difficile). Il successo di queste opzioni dipende da un semplice mini-gioco. Questo mini-gioco è forse la parte più noiosa e non è in alcun modo godibile. Una delle cose più divertenti in Destinazione Ares è il fatto che è possibile personalizzare completamente la proprio navicella. Il layout, il nome, l'equipaggio, tutto questo può essere modificato prima di una partita. Questa è una caratteristica di cui sono contento, i giocatori creano una maggiore immedesimazion e questo può favorire il successo della vostra avventura.
CONCLUSIONE
Complessivamente ho trovato Destination Ares un gioco davvero divertente pur nella sua assoluta e apparente semplicità. Il gioco non è troppo eccitante a livello grafico, ma la musica è molto coinvolgente e sa ricreare l'atmosfera giusta. E' un'avventura molto breve, purtroppo, ogni esecuzione può durare circa venti minuti, e non ha molto da restituire indietro una volta che avrete avuto successo per più di un paio di volte. Tuttavia, questo gioco è ancora in accesso anticipato e dunque consigliamo di tenerlo d'occhio su Steam.

martedì 3 gennaio 2017

Review - Beholder (Steam)

Beholder è un titolo davvero unico nel suo genere che ci immerge nell'atmosfera di un paese sottomesso a un malvagio dittatore. Sembra di leggere le pagine di un libro di George Orwell. Pensate a come si debba vivere in un paese totalitario. Beholder è un titolo che distruggerà la vostra moralità. Pensate ad esempio di non avere la possibilità di pagare per le cure mediche urgenti di vostro figlio e uno dei vostri inquilini, un grasso marinaio vi suggerisce di vendere alcune scatolette di tonno rare da lui ricevute dalla sua nave e vi dice che potete tenere il profitto al di sopra di una certa cifra. Siete d'accordo a vendere il pesce ad una vecchia cuoca che vive in un appartamento vicino, che li porta al suo capo. Il giorno dopo, suo marito mi affronta: il pesce era marcio e ha reso i clienti malati, e la vecchia signora può essere arrestata. Do la colpa al marinaio grasso, e minuti più tardi il marito spunta in appartamento e combatte il marinaio mentre guardo dal buco della serratura. Il marinaio subito inizia a cercarmi, così mi precipito nel mio ufficio e chiamo il Ministero della Difesa per riferire dei loschi traffici del marinaio e guardare l'arrivo della polizia nel suo appartamento. Ho piegato la legge, abusato del mio potere, e sono quasi senza soldi - io vivo un altro giorno, ma mia figlia morirà. Oppressione. Questo è ciò che rappresenta Beholder. Uno stile artistico brillante accoppiato con una grande colonna sonora e un sorprendente game design che crea uno dei titoli più innovativi dell'anno.
Quando il vostro padrone di casa assegna un nuovo blocco di appartamenti, il vostro compito è quello di spiare nella vita degli inquilini e segnalare eventuali trasgressioni al governo. È possibile parlare con loro, nascondere le telecamere nei rilevatori di fumo, e spiare dal buco della serratura, al fine di studiarne il profilo e catturarli in flagrante in violazione delle direttive governative e poi riferire al Ministero della Difesa quando si desidera farli arrestare. Il personaggio impersonato dal giocatore è Carl, che vive in un appartamento seminterrato con la moglie e due figli. L'oppressione che si respira continuamente durante il gioco si riflette anche nel sound design, dove ogni colpo del gong a mezzanotte sembra il battito del nostro cuore ormai prossimo ad arrestarsi - sia per il suono agghiacciante che per l'ansia di ciò che il nuovo giorno porterà. Le missioni a tempo si muovono inesorabilmente in avanti; a volte con semplici scadenze burocratiche, a volte in situazioni di vita personali e di morte. Le direttive del Ministero sono molto stringenti: vietano cose ideologicamente infiammabili come la filosofia e la propaganda di cose banali e semplici come le mele e jeans. Quando lo fanno, è necessario scegliere se si sta andando a denunciare chi pecca contro il governo o rischiare il vostro lavoro, la vostra vita e quella della tua famiglia per chiudere un occhio per trasgressioni dei vostri inquilini. Che presenta un vero e proprio problema, in quanto la quantità di informazioni che hai su di loro li fa sentire come personaggi reali che non si attaccano al posto di soli nomi in un foglio di calcolo, e la gestione delle finanze e la sicurezza aggiunge un ulteriore livello di difficoltà al momento di decidere se si è più corretto proteggere una persona in particolare o lasciare che la polizia venga a bussare.
E quando la polizia arriva a bussare, vengono duramente. Un ufficiale di polizia gigante butta a calci giù la porta senza neanche un avvertimento, e procede a battere il sospettato alla sottomissione - senza nessuna pietà. Il poverino è gettato a terra e bastonato a calci ripetutamente prima di essere portato via da un furgone della polizia, per non essere mai più visto di nuovo. Si tratta di una vicenda terribile, vedere gli aspetti peggiori di uno stato totalitario portati così chiaramente alla vita, le loro realtà scioccanti anche attraverso l'affascinante lente di un cartone animato di stile di arte di chi guarda. Il numero di scelte e fili del gioco è sconcertante. Senza rovinare nulla, mi hanno sparato, pugnalato, fatto esplodere, e ho visto tutti i membri della mia famiglia morire; a volte separatamente, a volte insieme. Ho anche raggiunto un paio di lieto fine, e anche trovato alcune sorprese che si incontrano davvero divertenti. Sono onestamente in soggezione della quantità di pezzi e delle opzioni di gioco ti dà, e anche giocare in mezzo alla settimana per questa recensione, ancora non mi sento che ho scoperto tutto - la lotta costante tra le opzioni e le scelte, insieme a tutte le opportunità uniche e le variabili in gioco rendono questo gioco un vero gioiello, dando cause e le conseguenze che rendono Bioware insonne di notte.
CONCLUSIONE
Beholder è stato una piacevole sorpresa. L'art design è abbastanza buona, con personaggi disegnati come chiazze nere. La colonna sonora originale è straordinaria. L'atmosfera rende perfettamente l'idea di un mondo opprimente. Allo stesso modo, la grafica e gli effetti sonori seguono il tono del gioco, con una piovosità quasi apparentemente eterna. Con una grafica da cartoni animati, un game design brillante, e una colonna sonora incredibile, Beholder è un gioiello che dovrebbe essere provato da tutti almeno una volta. Un gioiello opprimente, deprimente e triste, ma una gemma comunque.

sabato 31 dicembre 2016

Review - Lara Croft GO (Steam)

Lara Croft è uno dei personaggi Square Enix più conosciuto nel mondo dei videogames. La serie GO ha avuto tre incarnazioni dal 2014, ognuna delle quali è stata costruite per i dispositivi mobili. Questa è stata la mia prima esperienza nel giocare questo tipo di gioco, così devo rinoscere che ho avuto inizialmente molto poche aspettative su di esso. Lara Croft GO si è rivelato una avventura breve ma ricca di azione ed esplorazione che si adattano bene anche su PC. Il modo più semplice per riassumere questo titolo è quello di immaginare un titolo di esplorazione in terza persona miniaturizzato in un formato di gioco isometrico. È possibile controllare Lara Croft spostandosi uno spazio alla volta. Dopo il tuo turno, tutti i nemici e le trappole attive potranno fare la loro mossa. Il ritmo è piuttosto lento qui in quanto si ha tutto il tempo per pianificare la prossima mossa o cercare sullo schermo un tesoro nascosto. In un primo momento potrebbe sembrare contro intuitivo per un'esperienza più lenta, ma le trappole e la caccia alla reliquia rendono Lara Croft GO una esperienza divertente. La storia è logora in questo gioco e onestamente, questa scelta narrativa è la soluzione perfetta. Ci sono un piccolo numero di interazioni che si hanno con un mondo misterioso e che ci presentano la nostra antagonista che danno un po' di carattere al gioco. Aiuta anche che Lara è molto espressiva e il suo movimento è ben animato.
Parlando di modelli dei personaggi e art design del gioco gli sviluppatori hanno fatto un buon lavoro. Lara Croft GO ha un buon equilibrio con un effetto un po' retro con riflessi moderni. L'estetica evoca una sensazione antica come se rivivessero su schermo i primi giochi di Tomb Raider. Mentre i tipi di nemici sono limitati ma minacciano la vostra esistenza abbastanza per tenervi in ​​guardia. L'aspetto più impressionante della grafica, tuttavia, sono i numerosi ambienti incontrati nel corso dell'avventura. Le foreste, le grotte, e alcune aree più soprannaturali sono tutte lussureggianti, con dettagli e sono incredibilmente ben messe insieme. Gli sfondi multipli si fondono perfettamente con lo schermo da gioco. E a certi livelli si crea un paesaggio mozzafiato. C'è un sacco di profondità negli ambienti di questo titolo e anche all'interno del gioco in sé. Il gameplay della serie GO è fondamentalmente un puzzle solving. Numerosi elementi sono lentamente aggiunti a questa formula fino ad ottenere un sano mix di leve, pulsanti, trappole e nemici. Il modo in cui questi aspetti sono integrati è in realtà molto ingegnoso: a un certo punto, avrai bisogno di usare una lucertola gigante come scudo da frecce che volano fuori dal muro. In un altro punto, dovrai buttare una lancia sopra una fossa per uccidere un serpente tenendo premuto un tasto sensibile alla pressione. L'interazione degli oggetti è ciò che rende il gioco fresco e non sovraccaricato. Bene, questo è il caso per la maggior parte dell'avventura. La versione Steam contiene i due DLC che sono stati rilasciati per i dispositivi mobili. Il primo, The Shard of Life, è un notevole passo avanti in difficoltà dai primi cinque capitoli.Per i meno esperti, vi è la possibilità di ricorrere anche a un sistema di suggerimenti.
CONCLUSIONE
Lara Croft GO è un gioco davvero divertente che giunge da dispositivi mobile ma senza subire il contraccolpo. Non è un'esperienza lunghissima. Ci vogliono circa cinque ore per completare il gioco e un'altra ora per giungere al 100% del gioco. Lara Croft GO è una grande aggiunta nella libreria Steam e un ottimo gioco per PC. Il nostro consiglio è di acquistarlo senza esitazione.

martedì 27 dicembre 2016

Review - Stratego (Steam)

Dal momento che non ho mai giocato a Stratego in qualsiasi forma nella mia vita, ho colto la palla al balzo per provare finalmente questo titolo così famoso rilasciato da poco su piattaforma Steam. Dopo essere approvato su tablet e smartphone, Stratego è infatti arrivato su PC. Non avevo assolutamente idea di cosa aspettarmi di diverso da un gioco di strategia, ma quello che ho trovato si è rivelata piuttosto originale e divertente. A parte il sistema dei controlli, per coloro che sono poco familiari a questo genere di videogiochi come il sottoscritto, Stratego è uno strano miscuglio di rischio e di strategia, con un pizzico di sorpresa, che è gettato in pasto al giocatore in buona misura. Ogni giocatore ha una bandiera, alcune bombe, e un assortimento di altre unità militari con vari punti di forza e di debolezza a seconda delle regole di una determinata partita. Una selezione più ampia di unità è evidentemente disponibile. L'obiettivo generale di ogni gioco è quello di catturare la bandiera del nemico o di spazzare via tutti i loro soldati. Il problema è che nessun avversario sa fin dall'inizio cosa aspettarsi e soprattutto dove trovare gli altri pezzi, se non dopo essere arrivato in un lotta contro di loro, ma anche allora tornano a nascondersi se sopravvivono all'incontro. C'è un sacco su Stratego che è meno sulle regole generali, che sono abbastanza semplici tutto sommato, e più circa l'approccio di un individuo in una partita. Molto simile a scacchi, è un gioco che si basa su di una capacità di leggere l'altro giocatore, per cercare di entrare nella sua testa e di eseguire un po' di disinformazione, quel genere di cose.
Quando si gioca contro un'altra persona in una sfida può essere particolarmente esaltante. Soprattutto quando una manovra rischiosa viene ricompensata con una vittoria. Così Stratego può essere molto divertente quando si gioca contro un'altra persona, anche con numerose perdite a causa di giocare contro persone che realmente sanno quello che stanno facendo. Forse è perché io sono un principiante totale, e forse giocatori veterani avranno più fortuna, ma ogni singola partita che ho tentato contro il computer si è conclusa con un fallimento totale a causa della apparente chiaroveggenza del mio avversario non umano. Scherzi a parte, non è davvero importante se sapeva esattamente dove era nascosta la mia bandiera. Tuttavia ogni volta il mio avversario è stato in grado di aprire un varco attraverso le mie forze in pochi turni. Almeno quando si gioca contro una persona c'è una possibilità che potrebbe non averlo capito fin dal primo turno. Come un iniziato a Stratego, devo ammettere che le mie capacità sono abbastanza inesistenti. Questo non mi ha impedito di divertirmi. Non posso fare altro che suggerire questo gioco ai veterani ma anche ai nuovi giocatori. Certo i giocatori con una ridotta quantità di pazienza potrebbero  finire per trasformare il loro pc in un rottame, ma in questo genere di giochi, la pazienza è una virtù necessaria per godere appieno di una partita.
CONCLUSIONE
Cosa posso dire? Nonostante sia un principiante ho apprezzato questo titolo anche se ci sono diversi aspetti migliorabile e alcune limitazioni insopportabili rispetto ad altre versione. In ogni caso, Stratego è un gioco ormai diventato classico. Se siete un fan di questo strategico, apprezzerete probabilmente moltissimo questa nuova versione per PC che nasce come  gioco da tavolo, e come un gioco sul computer Macintosh (con lo schermo in bianco e nero). Ma anche i neofiti potranno trovare un sacco di contenuti da apprezzare. Si possono giocare battaglie veloci, che sono partite singole, oppure si può giocare la "campagna". In entrambi i casi il divertimento è garantito.

mercoledì 21 dicembre 2016

Review - Burly Men at Sea (Steam)

Abbiamo già parlato dello stile artistico e delle animazioni assolutamente affascinanti di Burly Men At Sea, ma abbiamo voluto prenderci tutto il tempo per provare a fondo il gioco e recensirlo sulle nostre pagine. Lo facciamo adesso con questa review parlando di un'avventura per i più piccini che però saprà far sorridere anche i grandi. Può l'esperienza di andar per mare essere rappresentata in un videogioco? Assolutamente sì! Con questo in mente, abbiamo issato le vele e siamo partiti per l'avventura! Ecco wow, ci siamo detti: così, come pure passatempo, è davvero un bel gioco, ma forse c'è anche dell'altro... Ogni playthrough è breve - forse 40 minuti, se si assaporano le atmosfere e si guarda con curiosità ogni angolo del paesaggio, forse un bel po' meno nelle avventure successive - Ma si adatta la portata del gioco a ciò che è, consentendo di collocarla a livello infantile come un prodotto per una categoria ben precisa, ecco allora che Burly Men At Sea diventa davvero ciò che è ovvero un racconto di quelli che si possono trovare nei libri di fiabe per bambini. Come tale funziona in perfetta armonia con quella grafica stilizzata che sembra uscire fuori dalle mani abili di un artista di disegni per bambini e ci ricorda in fondo alcuni dei libri che riempivano gli scaffali della nostra infanzia. Ma andiamo un po' indietro. Che cosa è un gioco? In Burly Men At Sea dovrete dirigere le gesta dei fratelli Barba; un trio di tizi barbuti che hanno scoperto un diagramma di mare in bianco farcito in una bottiglia. Un incontro con i primi dati disponibili indica che c'è un tesore da scovare. Ecco allora che i nostri simpatici amici salpano alla ventura. Sembra l'incipit di una fiaba e in fondo lo è per davvero.
Non voglio rovinare ciò che si trova là fuori per mare, perché trovare i piccoli frammenti di avventura è una grande parte del piacere che il gioco può evocare. Speriamo solo con queste nostre parole di trasmettere un po' di quello di cui sto parlando - gli incontri, la sorpresa inaspettata, la rada, lo stile di animazione pulito e c'è anche un uso molto piacevole del linguaggio appropriato al racconto. Tutto ciò contribuisce a rendere fiabesca l'atmosfera, i luoghi e i personaggi. Oltre a ciò, quando si sta incontrando una scena o un evento ci sono spesso piccole Easter Egg da trovare. In una stalla cliccando sui polli li induce a deporre le uova, che si possono quindi afferrare. Ma alcune delle interazioni stesse cercano di aumentare l'azione con i cambiamenti di animazione, il passaggio ad un punto di vista diverso o modificare i parametri per la propria interazione basta che vengono in linea con lo spirito dell'azione. Ancora una volta, stiamo faticando a esprimere la magia di questo gioco senza ricorrere a un esempio concreto perché il gioco è così breve in realtà che raccogliere esempi particolari può alla fine essere un importante spoiler! Non siamo, inoltre, sicuro che ciò che abbiamo detto finora non lo sia già, e forse smetterete di leggere ora, se non si vuole andare dentro il gioco senza sapere troppo. Okay, una cosa che ci piace di questo gioco è che si può far girare all'infinito se si vuole. Mentre ero in attesa di esso a venire fuori ho avuto un accumulo di demo che ho giocato più di una manciata di volte e, anche se la sezione a terra alla partenza è deliziosa, ben presto mi sono stancato di dover fare di nuovo e di nuovo la stessa cosa per arrivare alla parte del mare.
CONCLUSIONE
Burly Men At Sea è come un cioccolatino, tra i più dolci che avete mai assaggiato. E' piccolo, ma la sensazione di bontà che saprà darvi è unica seppure breve. Si tratta di un delicato racconto che affascinerà i piccini ma anche i grandi. Ci sono tante cose da scoprire e vi ritroverete ben presto alla vostra ennesima playthrough. E' una favola e in questi giorni di festa è forse uno dei giochi migliori da provare!